AVANTI CHRISTO


Primo week end di grande e giustificato successo per l'installazione The floating piers di Christo Vladimirov Yavachev e della scomparsa e amatissima moglie Jeanne Claude Denat de Guillebon, cui il maestro promise di portare a termine l'opera ideata insieme. Ma prima delle passerelle sul lago di Iseo e prima degli ormai numerosissimi e celebri progetti del grande artista di origine bulgara la Land Art ha lasciato letteralmente il suo poetico segno sulla superficie del pianeta con opere di cui resta traccia documentaria o, in alcuni casi, traccia visibile e in qualche modo eterna,

Un esempio straordinario della forza della Land Art è Spiral Jetty, l'iconico lavoro di Robert Smithson che ancor oggi, quasi quarant'anni della sua creazione, stupisce chi vuole spingersi fino alle rive del gran lago salato, nello Utah. Smithson si pone come un artista demiurgo che porta avanti il disegno della creazione: modifica un lembo di riva del lago tracciando con 6783 tonnellate di pietra, sabbia, sale, detriti, una grande spirale che sembra un capriccio del Padreterno, un bizzarro ricciolo che si stacca dalla costa e si piega sulla superficie dell'acqua, periodicamente sommerso o affiorante, a seconda del livello del lago.

Smithson muore prematuramente nel 1973, per un incidente aereo, e la grande spirale la cui enigmatica bellezza è percepibile appieno solo dall'alto diventa quasi il testamento poetico di un pioniere della Land Art, che ha fatto della terra e del paesaggio non solo la sua fonte di ispirazione, ma la materia viva del suo agire artistico. Smithson non deturpa l'ambiente, anzi interviene in un contesto squallido e abbandonato (quest'area del lago ospitava un vecchio insediamento industriale) in cui riesce, con quello che viene definito con un gioco di parole "earthwork" invece di "artwork", a portare poesia e significato. La sua opera, costituita di soli materiali naturali, dialoga con l'ambiente circostante, perché sull'immenso scoglio a spirale di Smithson si è ricreato un'ecosistema particolare in cui la concentrazione di alghe e batteri tipici del luogo fa assumere all'acqua un caldo colore rosso rosato che esalta la disposizione unica delle rocce.

Che dire? Se non è possibile programmare a breve termine un viaggio culturale nello Utah - per il momento approfittiamo del vicino Lago di Iseo e godiamoci Christo, di cui parleremo in un prossimo post - è possibile documentarsi su quest'opera straordinaria con il breve film "The spiral jetty" realizzato dallo stesso Smithson nel 1970, di cui alcuni estratti sono visibili su You Tube cliccando qui .

#christo

#thefloatingpiers

#spiraljetty

#robertsmithson

Recent Posts
Archive

MAPPA DEL SITO      Privacy         

  • logo-facebook
  • Logo-Instagram
Copyright: 2016 OPERA d'ARTE s.c.a.r.l. - Sede legale e operativa via Arese 18 - 2159 MILANO
C. F./P. IVA/Iscrizione Pubblico Registro delle Imprese: 12483950155