MONNA LISA SMILE

September 14, 2016

 

 

“Non tutti quelli che vagano sono senza meta, soprattutto non coloro che cercano la verità oltre la tradizione, oltre la definizione, oltre l'apparenza.” 

Prendiamo questa citazione della carismatica professoressa di storia dell'arte Katherine Ann Watson (Julia Roberts) nel bel film Monna Lisa Smile di Mike Newell del 2003, estrapoliamola dal contesto e immaginiamo che a "vagare" siano gli studenti che hanno appena iniziato l'anno scolastico, talora portati in gite e uscite didattiche per "dovere", e poi lasciati allo stato brado o quasi per mostre e musei.

Noia, "svacco", talora maleducazione e indisciplina; senza assolutamente generalizzare e pensando all'encomiabile lavoro svolto dalla maggior parte degli insegnanti che mi capita di incontrare, parto alla carica sostenendo a spada tratta la necessità di una didattica museale condotta da professionisti del settore, che lascino al docente il già faticoso ruolo propedeutico di preparazione dei ragazzi ai contenuti degli itinerari scelti per la gita o l'uscita didattica (oltre che l'approfondimento e la verifica successiva dei contenuti acquisiti), per concedere invece spazio sul campo all'operatore museale o alla guida professionista.

Perché? Perché una voce "altra" da quella abitualmente ascoltata in classe talvolta, anche solo per curiosità o per soggezione, è più seguita. Perché la libertà da giudizi (e pregiudizi) nel reciproco rapporto permette ai ragazzi maggiore libertà di interazione e confronto, spesso con esiti davvero positivi e inaspettati. Perché un buon operatore didattico, conoscendo in maniera approfondita le specificità del "territorio" (anche museale o espositivo) in cui opera può proporre interventi dal taglio particolare; esperienze laboratoriali per i più piccoli, visite guidate animate, teatralizzate, visite-conferenza antologiche o tematiche: basta guardare le pagine dei servizi educativi nei siti delle diverse realtà museali per conoscere e comprendere la varietà dell'offerta didattica che oggi una nuova generazione di storici dell'arte, specializzati nella mediazione culturale, è in grado di offrire.

La visita al museo, alla mostra, il percorso sul territorio, possono diventare esperienze educative capaci non solo di dare nuove conoscenze curricolari (cosa che certamente è compito dell'insegnante) ma nuovi strumenti per esprimere se stessi e sviluppare le personali competenze, possono essere percepiti come momenti entusiasmanti di vita e lavoro, come occasioni in cui incontrare luoghi, storie e persone che, superando secoli, generazioni e anche le pagine dei libri, hanno ancora molto da dire a tutti noi, anche allo studente più demotivato.

A questo punto non mi resta che cercare di concretizzare quanto scritto con un invito a tutti i lettori di questo blog che siano anche insegnanti: mercoledì prossimo, 21 settembre, alle ore 16.45 vi aspetto alla Galleria d'Arte Moderna di Milano, dove vi accompagnerò in una breve visita alla mostra "Sei stanze, una storia ottocentesca" per illustrarvi tutte le potenzialità didattiche di questo museo magnifico e anche dei luoghi in cui OPERA d'ARTE è attiva. 

 

N.B.: seguirà rinfresco!

 

 

 

 

Please reload

Recent Posts

February 8, 2018

August 9, 2017

June 7, 2017

Please reload

Archive
Please reload

MAPPA DEL SITO      Privacy         

  • logo-facebook
  • Logo-Instagram
Copyright: 2016 OPERA d'ARTE s.c.a.r.l. - Sede legale e operativa via Arese 18 - 2159 MILANO
C. F./P. IVA/Iscrizione Pubblico Registro delle Imprese: 12483950155