AUTUNNO CALDO

September 26, 2016

 

 

Un lungo periodo di alta pressione sta regalando a Milano un mese di settembre fatto di calde giornate di sole e di luminoso cielo azzurro. Queste favorevoli condizioni climatiche ci portano a godere di qualche ultimo week end all'aria aperta ma non impediscono, anzi rendono più piacevole, il rimanere in città per vedere qualche bella mostra d'arte: e c'è l'imbarazzo della scelta. Lo scorso week end, in occasione delle Giornate del Patrimonio Cultuale Europeo, siete stati in molti a partecipare alle visite guidate che abbiamo organizzato ai depositi della GAM. L'iniziativa Sottosopra è stata un successo e continuerà tutti i fine settimana fino al mese di gennaio!

Ma anche gli altri musei e istituzioni milanesi non scherzano e offrono un calendario ricchissimo di nuovi eventi espositivi. Le prossime mostre saranno all'altezza delle aspettative? Andate a vederle e diteci la vostra, ci confronteremo sulla validità e il gradimento dell'offerta culturale della nostra città.

Intanto un certezza: la mostra dedicata a Maurits Cornelis Escher a Palazzo Reale. A chi fosse sfuggita, malgrado sia aperta da tempo, consiglio di non perderla e di trovare un momento, da qui al 22 gennaio, per fare un salto a Palazzo Reale.

Per tutti quelli che come me sottovalutavano il reale valore di questo artista, relegandolo nell'ambito dei buoni grafici da gadget (troppi poster, segnalibri, magneti con le sue labirintiche composizioni mi avevano fatto trascurare il reale significato della sua ricerca estetica), sarà una sorpresa scoprire quanto l'arte e il paesaggio italiano abbiano contribuito alla sua formazione e fino a che punto abbia saputo dar forma ad all'inesauribile desiderio di significato e di infinito proprio della condizione umana. Per chi ha voglia di ulteriori approfondimenti in allegato un breve e interessantissimo saggio di Paola Vighi, dell'Università di Parma, su Escher e la matematica.

Ma Escher è solo l'inizio, pochi giorni fa si è aperta, sempre a Palazzo Reale, la mostra dedicata a Hokusai, Hiroshige e Utamaro, i tre maggiori esponenti dell’ukiyo-e, che in giapponese significa “immagine del mondo fluttuante”, un genere di stampa artistica assai diffuso in Giappone tra il XVII e il XX secolo. Fino al 29 gennaio potremo farci travolgere dalla schiuma della grande onda, un piccolo capolavoro (25,7 cm × 37,9 cm) dall'enorme forza espressiva, riflesso dell'eccezionale personalità del suo autore, l'indomabile Katsushika Hokusai, il "vecchio pazzo per la pittura". 

Chi ama i grandi maestri e l'arte dei secoli d'oro deve attendere fino al 27 ottobre per immergersi in quel trionfo di colori, torsioni, esuberanti fisicità che caratterizza la pittura di Pietro Paolo Rubens, il più italiano dei pittori fiamminghi. In dialogo con altri protagonisti della pittura dell'epoca e soprattutto con importanti esempi della scultura italiana tra Cinquecento e Seicento, le opere di Rubens ci faranno apprezzare l'estetica della meraviglia tipicamente barocca (Palazzo Reale, fino al 27 febbraio).

Fra poco più di un mese giorni potremo anche andare al Mudec per riscoprire, fino al 26 febbraio, il distruttivo talento di Jean Michel Basquiat, uno degli ultimi  autentici "artisti maledetti" del Novecento, scomparso a soli 27 anni. Ci auguriamo che questa mostra sia all'altezza della precedente rassegna del 2006 organizzata dalla Triennale di Milano, parte di una eccellente trilogia dedicata alla Pop Art americana e ai suoi sviluppi, attraverso Warhol, Haring e infine Basquiat. 

Ma l'autunno non finisce qui: il 25 novembre le Gallerie d'Italia, il museo che che sta organizzando le mostre più scientifiche e interessanti dell'ultimo periodo (basti pensare al magnifico Hayez in cartellone lo scorso inverno) propone un'analisi del vedutismo settecentesco con "Bellotto e Canaletto, lo stupore della luce", che ci farà rivivere il fascino dell'Italia del Grand Tour.

E queste sono solo le mostre più importanti... ad altri eventi espositivi impropriamente definiti minori dedicherò uno dei prossimi post . Intanto, se desiderate vedere una di queste mostre accompagnati dai nostri storici dell'arte, consultate la pagina speciale mostre del nostro sito, e non dimenticate di scrivermi la vostra opinione!

 

 

Please reload

Recent Posts

February 8, 2018

August 9, 2017

June 7, 2017

Please reload

Archive
Please reload

MAPPA DEL SITO      Privacy         

  • logo-facebook
  • Logo-Instagram
Copyright: 2016 OPERA d'ARTE s.c.a.r.l. - Sede legale e operativa via Arese 18 - 2159 MILANO
C. F./P. IVA/Iscrizione Pubblico Registro delle Imprese: 12483950155