MEMORIE DEL SOTTOSUOLO

Abbiamo già parlato di Sottosopra, l'iniziativa che permette di scoprire i depositi della GAM e di ripercorrere oltre un secolo di storia di Milano attraverso la grande scultura: un percorso sotterraneo disponibile eccezionalmente fino a i primi di gennaio, che diventa il punto di partenza per ricordare altri luoghi sotterranei ricchi di storia e soprattutto visitabili, tutti nella città di Milano.

Ce n'è per tutte le epoche e per tutti i gusti, con ingresso gratuito o a pagamento, sempre accessibili o aperti solo periodicamente.

Oggi cominciamo dalle origini della città, partendo dalle aree archeologiche dell'antica Mediolanum, che, riportate alla luce nel corso di numerosi scavi archeologici, permettono un affascinante viaggio nel tempo.

Al centro della città, sotto le bellissime Biblioteca e Pinacoteca Ambrosiana si trovano i resti del Foro Romano, il cuore monumentale di quella che fu per oltre un secolo capitale dell'Impero Romano d'Occidente. E' possible scendere ad osservare quello che resta dell'area del foro ogni primo sabato del mese, entrando da via dell'Ambrosiana, con un biglietto di ingresso di € 3.00. Per informazioni visitate il sito della Veneranda Biblioteca Ambrosiana.

Una parte del foro è visibile anche scendendo nella cripta della chiesa del Santo Sepolcro, nell'omonima piazza e a pochi passi dall'Ambrosiana. Questa cripta, recentemente restaurata, è aperta al pubblico ogni giorno, anche se il costo del biglietto di ingresso è abbastanza oneroso. Continuando con i resti sepolti dell'architettura civile romana non si può dimenticare il Teatro, ritrovato tra la fondamenta di Palazzo Turati (oggi Camera di commercio) e Palazzo Mezzanotte, la conosciutissima borsa di Milano. Per visitarlo consultate il sito della Camera di Commercio, che indica come prenotare una visita guidata gratuita.

Nel sotterraneo di una bellissima cappella arricchita de mosaici del V secolo d.C., la cappella di S. Aquilino in S. Lorenzo, si trovano i resti del più vasto edificio cittadino, l'anfiteatro. Ciò che si vede nel sottosuolo sono solo i blocchi di marmo dell'ultimo anello del circo, utilizzati come pietra da costruzione per erigere le sostruzioni della cappella!

Grazie ai volontari del Touring Club d'Italia è entrato nella rete dei luoghi aperti per voi il Mausoleo di San Vittore al Corpo, sotto l'omonima chiesa di via San Vittore. Si tratta di un monumento funebre di grandi dimensioni, destinato ad ospitare i membri della famiglia imperiale, Una necropoli più modesta ma molto più vasta è stata rinvenuta attorno alla basilica di S. Eustorgio, a pochi passi da un gioiello della cultura come la cappella Portinari. la necropoli è ora al livello delle fsostruzioni della chiesa e sotterraneo, assai vasto, corre lungo tutta la navata centrale dell'edificio

Ma l'area sotterranea di età romana più suggestiva è senz'altro quella riportata alla luce con gli scavi archeologici dell'immediato dopoguerra; si tratta del complesso delle cattedrali paleocristiane (Santa Tecla, Santa Maria Maggiore) e dei battisteri di San Giovanni in Fonte e Santo Stefano. Nel primo battistero S. Ambrogio in persona battezzò Sant'Agostino, rendendolo un luogo fondamentale per la memoria religiosa della città e del mondo. L'accesso all'area archeologica avviene dalla Cattedrale ed è necessario munirsi di biglietto prima di entrare.

Recent Posts
Archive

MAPPA DEL SITO      Privacy         

  • logo-facebook
  • Logo-Instagram
Copyright: 2016 OPERA d'ARTE s.c.a.r.l. - Sede legale e operativa via Arese 18 - 2159 MILANO
C. F./P. IVA/Iscrizione Pubblico Registro delle Imprese: 12483950155