100 anni...e non li dimostra

March 22, 2017

  100 anni di scultura a Milano (1815-1915) è il titolo della nuova mostra allestita presso la Galleria d'Arte Moderna e proprio questa mattina si è svolta la conferenza stampa che precede l'inaugurazione (questa sera alla 19.00) e l'apertura della mostra al pubblico, da domani.lla presenza dell'Assessore alla Cultura Filippo Del Corno e del Direttore Soprintendenza Castello, Musei Archeologici e Musei Storici Claudio A.M. Salsi, la conservatrice responsabile della Galleria d'Arte Moderna - Paola Zatti - ha illustrato con la consueta competenza e passione questo nuovo importante progetto che ci coinvolge direttamente, in quanto per tutta la durata della mostra ci occuperemo delle visite guidate e dei laboratori didattici per le più diverse fasce di pubblico.

La mostra rappresenta l'ideale prosecuzione del progetto Sottosopra, che ha permesso al pubblico di accedere ai depositi per ammirare la sculture ivi custodite e sottoposte ad un attento restauro con metodologie innovative, di cui abbiamo già scritto nel recente post restauro e pasticceria. 

 Nelle sale espositive potremo ammirare una selezione di 92 sculture, di cui 64 mai presentate al pubblico e restaurate per questa occasione, che consente di illustrare, in un percorso legato anche alle sale del museo, le vicende, i generi e i soggetti che connotarono la scultura lombarda tra Otto e Novecento. La mostra è suddivisa in sei sezioni che affrontano alcune tematiche fondamentali care agli artisti come alla committenza: si vedranno le prove di concorso realizzate da maestri e allevi dell'Accademia di Brera, i bozzetti e i modelli per alcuni celebri monumenti che ancora oggi ornano strade e piazze cittadine (basti pensare agli straordinari frammenti del Monumento alle Cinque Giornate di Giuseppe Grandi, finalmente visibili da vicino), le opere che gli artisti della cosiddetta "scuola di milano" presentarono con successo alle diverse Esposizioni Universali che hanno caratterizzato la vita artistica e culturale del periodo in esame.

Dal punto di vista estetico e formale seguiremo l'evoluzione della scultura da un linguaggio ancora neoclassico alla grande ricchezza della stagione romantica, fino alle fondamentali opere dei pionieri della modernità, che attraverso le scapigliatura e il simbolismo aprono alle trasformazioni del Novecento.       

I nomi? Marchesi, Tantardini, Barzaghi, Vela, Grandi, Troubetzkoy, Rosso, Wildt e molti altri ancora.

Sabato alle ore 14.30 e domenica alle ore 11.00 e 14.30 vi invitiamo alle prime visite guidate gratuite alla mostra: prenotate allo 02/45487400 oppure via mail: info@operadartemilano.it entro venerdì alle ore 16.00

Per ogni altra informazione sulla mostra: GAMMilano100anni

 

  

 

 

Please reload

Recent Posts

February 8, 2018

August 9, 2017

June 7, 2017

Please reload

Archive
Please reload

MAPPA DEL SITO      Privacy         

  • logo-facebook
  • Logo-Instagram
Copyright: 2016 OPERA d'ARTE s.c.a.r.l. - Sede legale e operativa via Arese 18 - 2159 MILANO
C. F./P. IVA/Iscrizione Pubblico Registro delle Imprese: 12483950155